“Poesia per un figlio” – Emanuele Gentili

Emanuele Gentili - Poesia per un figlio
Se dovessi sedermi
sulle emozioni,
sentirei un battito
che da lontano
preannuncia il tuo arrivo, amore.
Trovo poltrone sempre scomode
per godermi tutto questo.
È allora che sdraio il cuore,
coprendolo più che posso
per nascondere quel sorriso.
È allora che penso
ogni cosa sia stata fatta dopo.
Sei il confine di un fiume
che scorre lontano.
alto e nascosto.
Sei il confine di un mondo che inizia.
Dove non arriva il mio amore,
comincia la tua essenza
Potessi,
te lo direi,